0
0
0,00 €

Cosa serve per cominciare a cucire

Per Iniziare l'anno nel migliore dei modi non c'è niente di meglio che intraprendere una nuova attività. Perché non cominciare a cucire? 

Mai, come in questo periodo, in tanti si avvicinano a questo mondo, per diletto o per necessità. La prima cosa da fare è organizzarsi bene, preparando al meglio il kit da lavoro con tutto ciò che serve per cominciare a cucire. 

Facciamolo insieme!

Il tuo kit per cominciare a cucire

Molti anni fa, quando ho iniziato a cucire, oltre al mio entusiasmo, avevo veramente pochi mezzi a disposizione.

Oggi, chi vuole intraprendere questa meravigliosa attività ha la possibilità di usare tanti strumenti che rendono semplice e divertente l'approccio al cucito.

Attrezzatura da taglio

Sicuramente non possono mancare le forbici. Un paio di forbici di media grandezza per tagliare i tessuti e un paio di piccole, utili per scucire e per i piccoli tagli.

Ricorda di non usare le forbici che usi per tagliare il tessuto per tagliare anche la carta. Le lame, tagliando la carta, perdono l'affilatura e non tagliano più il tessuto in modo netto e preciso.

Per completare il kit da taglio consiglio un buon piano da taglio corredato da un regolo centimetrato e un cutter rotativo. Questi strumenti meno usuali non sono indispensabili, ma sicuramente facilitano il lavoro. Scopri di più qui!

Attrezzatura per marcature

Il buon vecchio gessetto, seppur immancabile in ogni kit di cucito che si rispetti, può essere affiancato ai pennarelli con inchiostro evanescente e a quelli con inchiostro delebile in acqua.

Comodissimi, permettono di fare in modo semplice marcature perfette grazie ai vari spessori delle punte.

Il filo per imbastire di vari colori è indispensabile per le marcature e non può essere sostituito, in alcun modo, dai fili tradizionali, perché troppo sottili per essere tolti con facilità a fine lavoro.

Aghi, spilli, filati e attrezzature varie

Ci sono aghi per cucire a mano di vari spessori e lunghezze. É bene usare quelli corti e sottili sui tessuti più delicati e quelli lunghi e spessi per i tessuti pesanti. Per evitare dolorosi incovenienti, quando si usano gli aghi, è preferibile usare il ditale, magari in silicone, leggero e confortevole, decisamente più pratico di quello in metallo.

Anche gli spilli si trovano di vario spessore. Ti consiglio uno spillo di medio spessore in acciao e con una punta ben acuminata: queste caratteristiche eviteranno spiacevoli macchie di ruggine e sfilature sul tessuto.

Non si può fare a meno degli spilli flessibili, simpaticamente decorati: grazie alla loro struttura flessibile, consentono di essere utilizzati per fermare il tessuto anche mentre si cuce a macchina, senza rischio di rottura dell'ago.

Con un magnete colorato potrai raccogliere agevolmente aghi e spilli, ma anche un puntaspilli, magari homemade, può andar bene.

Poi, per continuare, clips colorate da usare quando è scomodo usare gli spilli. Metro a nastro e righello per misurazioni perfette. Scucirino per rimediare agli errori.

Asse o piano imbottito per stirare con il ferro sempre acceso: la mia mamma diceva che il ferro è il "ruffiano" della sarta e aveva ragione. Un colpo di ferro riesce sempre a correggere i piccoli difetti!

La macchina per cucire

Per ultima, ma non per importanza, la macchina per cucire.

La macchina per cucire sarà la regina della tua stanza da lavoro, diventerà la tua migliore alleata nella realizzazione delle tue creazioni ed è per questo che è importante sceglierla con attenzione.

Ce ne sono tante in commercio, dalle più semplici (meccaniche) a quelle elettroniche con tecnologie avanzate. Per iniziare a cucire, la cosa migliore è sceglierne una che sia la cosiddetta "via di mezzo".

  • Deve necessariamente avere una buona meccanica, possibilmente con crochet rotativo.
  • Deve lavorare al meglio sui tessuti elasticizzati, ma anche  su quelli più robusti o su quelli molto delicati.
  • Inoltre è importante che possa cucire le asole in modo automatico.

Insomma, deve essere pratica, semplice ed intuitiva nell'utilizzo, cosicchè possa diventare presto la tua "migliore amica" di cucito.

Una raccomandazione:quando decidi di fare un acquisto del genere, affidati a venditori esperti che possano garantirti supporto e assistenza in ogni momento. Noi siamo sempre attenti a dare ai nostri clienti, soprattutto a quelli che sono all'inizio della loro "carriera creativa", tutte le informazioni e l'aiuto di cui hanno bisogno. Oltre che qualche trucco del mestiere!

Qualsiasi sarà la tua macchina per cucire, ricorda di usare sempre filati di ottima qualità, meglio se in polyestere e aghi  del giusto spessore giusti per il tessuto che dovrai cucire scopri di più.

Adesso hai proprio tutto ciò che serve per iniziare a cucire e, se ancora ti manca qualcosa, puoi trovarlo su  jolici.com

Sono sicura che il cucito ti appassionerà. Creare con le proprie mani è bellissimo, a volte è addirittura terapeutico. C'è, però, una controindicazione: il cucito dà dipendenza e se cominci, smettere sarà praticamente impossibile!

Se hai dubbi o sei alla ricerca di consigli su questo argomento, io sono a tua completa disposizione, Spero di vedere presto le tue prime creazioni pubblicate sul nostro gruppo Facebook "Ri-creativamente cucito e ricamo". Se non lo hai ancora fatto, iscriviti adesso!

Mi raccomando: ricorda sempre di mettere l'accento rosa sulla tua creatività!

 

Sabrina